Loading...

Sudestival - Le Giurie

Le Giurie

GIURIA CINEMA NAZIONALE

Presidente

Componenti Giuria

Francesco Dassisti
Francesco Dassisti

Giornalista professionista e critico cinematografico dal 1990. “Radio Movie”, per Novaradio (1990-1992) e Grande Schermo, per Radio24 (1999-2005), poi La Rosa Purpurea, (dal 2007 a oggi), le sue “creature” radiofoniche più importanti. Più volte inviato ai festival di Venezia, Cannes e Berlino. Membro di numerose giurie cinematografiche di festival nazionali e internazionali. Nel 2004 vince il premio “Qualità nel cinema”, assegnato dall’Agis, per il miglior programma di cinema dell’anno (Grande Schermo). Nel 2016 il bis col premio “Domenico Meccoli – Scrivere di cinema” assegnato a Cinecittà. Quanto ai film, la colorata e nostalgica allegria di Jacques Demy e l’emozionato rigore di Krzysztof Kieslowski, la solenne epica di Edgar Reitz e gli struggenti silenzi di Sergio Leone sono i suoi territori più frequentati.

Mario Mazzarotto
Mario Mazzarotto

Produttore, produttore esecutivo e distributore indipendente da sempre attento ai nuovi talenti e alle opere cinematografiche di qualità e  dal respiro internazionale,
I titoli prodotti da Mario Mazzarotto per Movimento film sono stati selezionati dai principali festival di cinema internazionale come Berlino, Sundance, Venezia, Cannes, Roma e hanno  ottenuto candidature e riconoscimenti ai David di Donatello, ai Nastri d’Argento e riconoscimenti internazionali.
Come distributore sempre con Movimento film ha distribuito tra gli altri  “ Katyn “ di Andrej Wajda , “Alexandra” di Alexander Sokurov, “La Polvere del tempo” di Theo Angelopolous.
Nel 2008 la Movimento film ha ottenuto il Globo d’Oro come miglior distributore.
Tra i titoli  piu recenti prodotti : “Banat – il viaggio “  di Adriano Valerio, ( SIC- Festival del cinema di Venezia 2016 ) , “Dopo la Guerra” di Annarita Zambrano, (  Festival di Cannes, Un Certaine Regarde 2017.)
Attualmente in post produzione “Non Odiare” opera prima di  Mauro Mancini con Alessandro Gassmann e Sara Serraiocco.
Come produttore esecutivo ha recentemente realizzato la  co produzione internazionale  “ The extraordinary  journey of the fakir “ di Ken Scott  e ” Mio fratello rincorre i dinosauri” di Stefano Cipani.

Sudestival - Giancarlo Visitilli
Giancarlo Visitilli

Giancarlo Visitilli, docente di Lettere, giornalista e critico cinematografico (la Repubblica), è scrittore Einaudi (E la felicità, prof?) e Laterza (La pelle in cui abito). Da due anni è autore-ghostwriter di testi per cantautori e cantanti. E’ fondatore della Cooperativa Sociale I bambini di Truffaut, che si occupa di bambine, bambini e adolescenti disagiati. Da 11 anni dirige il Festival Cinema&Letteratura Del Racconto, il Film nei castelli e in diverse piazze di Comuni pugliesi.

Cristiana Paternò
Cristiana Paternò

Giornalista professionista e critico cinematografico. È vicedirettore del bimestrale di cinema 8 ½ Numeri, visioni e prospettive del cinema italiano, diretto da Gianni Canova, e del quotidiano online Cinecittà News. Nata a Roma, dove si è laureata in filosofia con una tesi in Estetica, è stata per molti anni redattore de L’Unità, critico cinematografico del mensile Noidonne e ha collaborato con L’Ora di Palermo. Nel 2000 ha fondato e diretto il quotidiano online di cinema tamtam, vincitore del Premio Domenico Meccoli come miglior rivista web specializzata. Ha scritto numerosi saggi e articoli in volumi collettivi sul cinema contemporaneo italiano e si è spesso occupata di intrecci tra il cinema e le altre discipline, dalla psicoanalisi alla letteratura. Ha fatto parte della commissione di selezione della Settimana Internazionale della Critica alla Mostra del Cinema di Venezia. Ha vinto il Premio Giornale dello Spettacolo come giornalista di cinema dell’anno. Fa parte della giuria dei David di Donatello e dell’Academy del Documentario.

Viviana Del Bianco
Viviana Del Bianco

Laurea In Scienze Politiche – Facoltà Cesare Alfieri  Firenze – Indirizzo Socio Antropologico

Master: Il giornalismo nel Ruolo del Critico Cinematografico presso la Facoltà di Scienze Politiche Cesare Alfieri – Indirizzo Giornalistico – Firenze

Master “La nuova forma di scrittura sul Digitale  Roma” – Laser film “Corso di formazione“ Agosto del Sundunce Institute (Usa) – Durata del corso tre mesi.

Laurea (Political History), Università degli Studi di Firenze Ph.D

Direttore N.I.C.E. – New Italian Cinema Events – Promuove il nuovo cinema italiano indipendente attraverso l’organizzazione di Festival in USA, Russia e Cina.

Tessera n. 110745 (Ordine di giornalisti Firenze dal 1984)

Tessera PRESS FNSI International stampa – Roma Card N: 14248 dal 2012

Ha collaborato con diverse riviste culturali per il settore del Cinema come critico cinematografico – dal 1984 al 1986 – Cinematografo, Paese Sera, Video&Cinema il quotidiano la citta’ di Firenze e Corrispondente, inviato e critico cinematografico per di Vogue Italia dal 1994 al 2108 e Florence’is You! e (dal 2012 al 2018), Online – scrive per diari di cinema dal 2018 e corrispondente dall’Italia per la Voce di New York

Ha collaborato con Festival  internazionali quali: Il  Festival dei Popoli nella sezione Antropologica diretta dal  prof. Chiozzi, in qualità di selezionatrice per film antropologici e organizzazione dal 1991 al 1999.

Taormina Film Festival (selezione cortometraggi siciliani), Europa Film  Festival con Felice Laudadio, organizzazione del  Festival di  Bari e Viareggio, Montecatini Film Festival (selezione cortometraggi americani) e con diversi società italiane per l’acquisizione di contenuti cinematografici e stranieri inediti per l’Italia (Cineama, Intramovies). Inoltre ha collaborato con il Festival Latino Americano a Viareggio nell’organizzazione e Ufficio Stampa. Dal 2000 collabora con la New York Film Academy e New York University, con scambi culturali tra le due Università: Proiezioni di giovani registi Italiani con incontri con Registi/Attori con gli studenti negli Stai Uniti e Firenze.

Collabora con il Consolato Americano a Firenze per le scuole Americane, organizzando lezioni sul cinema Italiano seguitta dalla proiezione di un Film e con  addetti lavori.

Organizza convegni in collaborazione con il Comune di Firenze e  Regione Toscana su  tematiche relative alla violenza contro le donne e Diritti Umani.

Responsabile e Agis Scuola Nazionale per la Toscana e Ufficio Stampa Agis Toscana

Direttore – Cinema Internazionale e Italiano per L’Estate Fiorentina – Apriti cinema dal 2000 Direttore cinema Russo a Firenze dal 2018 in collaborazione con il Centro Cinematogrtafico di Mosca e il Consolato Russo a Firenze

Giuria Corti Nazionale

Presidente

Mauro Gervasini
Mauro Gervasini

Mauro Gervasini (Varese, 1970) è collaboratore storico del settimanale Film Tv, di cui è stato direttore responsabile dal 2013 al 2017. Dal 2012 è consulente-selezionatore della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Forme e linguaggi del cinema di genere nel corso di laurea di Storia e storie del mondo contemporaneo dell’Università degli studi dell’Insubria. È autore della prima monografia italiana dedicata al “polar” (Cinema poliziesco francese, 2003) e ha firmato vari saggi in volumi collettivi. Il suo ultimo libro è Cuore e acciaio – Le arti marziali al cinema (Bietti, 2019).

Componenti Giuria

Luca Scivoletto
Luca Scivoletto

Luca Scivoletto (Modica, 1981) ha conseguito il dottorato di ricerca in Cinema presso l’Università di Roma La Sapienza e lavora come regista e documentarista. Ha iniziato girando i cortometraggi Ho deciso (2004), vincitore del Festival de «La 25a Ora» su La7, e Ieri (2006) con cui ha partecipato al Berlinale Talents e al Rotterdam International Film Festival. Negli anni successivi realizza diversi documentari, tra i quali A Nord Est (2009, co-regia con Milo Adami), Max (2010) e Con quella faccia da straniera (2013), presentati e premiati i numerosi festival internazionali. Nel 2015 torna alla finzione con il mockumetary L’Uomo Pietra, premio Miglior Cortometraggio al RIFF – Rome Independent Film Festival. Nel 2018 ha scritto 1938 Diversi, presentato alla 75. Mostra del Cinema di Venezia e vincitore del Nastro d’Argento come miglior documentario. Nel 2019 pubblica per Fandango Libri il suo primo romanzo I Pionieri.

Andrea Minuz
Andrea Minuz

Andrea Minuz è professore associato presso il Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte e Spettacolo all’Università di Roma «Sapienza». Ha lavorato anche per altre Università quali Bologna, Milano, Campobasso e svolto periodi di ricerca in Francia e negli Stati Uniti. Oltre a vari articoli su riviste italiane e internazionali è autore dei volumi “La Shoah e la cultura visuale. Cinema, memoria, spazio pubblico” (Bulzoni, 2010); “Murnau. L’arte di evocare fantasmi” (EdS, 2010); “L’invenzione del Luogo. Spazi dell’immaginario cinematografico” (ETS, 2011); “Viaggio al termine dell’Italia. Fellini politico” (Rubbettino, 2012); “Political Fellini. Journey to the end of Italy” e “Quando c’eravamo noi. La crisi della sinistra nel cinema italiano da Berlinguer a Checco Zalone” (Rubbettino, 2014). E’ membro del comitato scientifico della «Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro» e della giuria dei “David di Donatello”. Dirige la collana «Italian Frame» per l’editore Mimesis International. Scrive di televisione e media per il quotidiano «Il Foglio».

Giuria Doc Nazionale

Presidente

Chiara Valenti Omero
Chiara Valenti Omero

Chiara Valenti Omero è nata a Trieste il 12 novembre 1963. Dal 2002 è vicepresidente dell’Associazione Maremetraggio. Sempre dallo stesso anno segue l’organizzazione e la direzione artistica di “ShorTS International Film Festival” che si tiene annualmente a Trieste la prima settimana di luglio.

Si è occupata della selezione di cortometraggi per emittenti televisive (Telechiara, Telequattro nel 2012 con la trasmissione Appuntamenti corti) e altri Festival e Rassegne a livello Europeo (come per gli eventi di Lisbona, Atene, Podgorica, Sofia, Bucarest).

Da gennaio 2011 è Presidente dell’Associazione Maremetraggio con la quale ha curato la produzione di numerosi cortometraggi tra i quali La penna di Hemingway di Renzo Carbonera, con Sergio Rubini, Christiane Filangieri, Cosimo Cinieri e Francesco Barilli, presentato in anteprima alle Giornate degli Autori nel 2011, i cui diritti sono stati acquisiti da Studio Universal.  Nel 2003 ha collaborato insieme a Nuvola Film alla produzione del primo lungometraggio di Massimo Cappelli Il giorno + bello. Da marzo 2007 fa parte del direttivo dell’AFIC (Associazione Festival Italiani Cinema) e dal 2015 ne è il Presidente.

Dal 2012 ad oggi, per conto dell’ENAIP FVG, si occupa dell’organizzazione e del coordinamento di un corso professionale di 300/400 ore in Tecniche di ripresa audio/video all’interno della Casa Circondariale di Trieste.

Dal 2014 per la Casa del Cinema di Trieste si occupa dell’ideazione e organizzazione del progetto Esterno/Giorno – passeggiate cinematografiche sui set della Regione FVG.

Da dicembre 2016 è vice Presidente del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia (Il Rossetti). Da settembre 2018 è vice presidente dell’Associazione Casa del Cinema di Trieste.

Nel 2018 ha prodotto tre documentari sulle Microaree di Trieste, facenti parte del progetto Città Visibile finanziato, per l’anno 2018, da SIAE (Bando Silllumina), che prevedeva 6 mesi di lavoro sul territorio e la realizzazione di laboratori di scrittura, regia e montaggio. Il film che raccoglie i tre  documentari  è stato invitato come evento speciale alla 30° edizione di Trieste Film Festival (gennaio 2019).

Componenti Giuria

Maurizio Nichetti
Maurizio Nichetti

Laureato in architettura, studia mimo e lavora al Piccolo Teatro di Milano. Nel 1974 fonda a Milano la Cooperativa teatrale QuellidiGrock. Dal 1970 al 1978 lavora come sceneggiatore nello studio di Bruno Bozzetto. Nel 1979 scrive, dirige e interpreta il suo primo film, Ratataplan. Attivo anche in televisione, conduce diversi programmi (Quovadiz? Pista! Fantasy Party. ) e dirige negli anni più di 150 spot pubblicitari. Nel 1998 è in giuria al Festival Internazionale del Cinema di Berlino e nel 1999 al Festival di Cannes. Tre Nastri d’argento: 1980: Ratataplan, 1989: Ladri di saponette, 1997: Luna e l’altra, nel 1991 David di Donatello per la miglior sceneggiatura di Volere Volare. Ha vinto il Festival di Mosca 1989 con Ladri di Saponette e Il Festival dei Festival a Montreal 1990 con Volere Volare, il Festival del cinema Fantastico di Bruxelles con Luna e l’altra 1997. Dal 2014 è direttore artistico della sede milanese del Centro Sperimentale di Cinematografia e titolare di un laboratorio di regia presso lo Iulm a Milano.

Sudestival - Michele Sancisi
Michele Sancisi

Nato nel riminese (1963) si è laureato al Dams di Bologna, iniziando negli anni ’80 a lavorare sia nel teatro (Festival di Santarcangelo dei Teatri) che nell’editoria (Maggioli Editore). Trasferitosi a Milano ha lavorato all’ufficio stampa del Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa sotto la direzione di Giorgio Strehler; poi alla redazione del mensile “Spettacoli a Milano”. Nel 1992 è approdato come giornalista alla prima pay-tv italiana, Tele+, diventata poi Sky Italia, dove ha curato per molti anni news, speciali giornalistici e documentari per le reti Cinema, Arte e Sport. Ha collaborato con le testate “Il Messaggero”, “Jam”, “Donna Moderna”, “FilmTv” e col Comune di Milano come consulente del settore spettacolo. Ha pubblicato alcuni libri tra i quali: “Nik Novecento” (L’Epos, 2009); “Walter Chiari, un animale da palcoscenico” (Mediane, 2011) Premio Efebo come miglior libro di cinema 2011; “Agenda Marchesi” (Panta, Bompiani, 2015) su Marcello Marchesi; “Tutto su Mariangela” (Bompiani, 2018) biografia della Melato, semifinalista al Premio Comisso; ha prodotto il documentario “Nanni 70” (Recording Arts, 2009), sul cantante Svampa e I gufi. Collabora da anni con il DBI Treccani ed è socio editor della Morellini editore. Come membro del Sindacato Critici SNCCI ha partecipato a diverse giurie cinematografiche (anche Fipresci) in Italia e all’estero.  Vive a Milano e ha due figli.

Giuria Miglior Colonna Sonora

Presidente

Francesco Conversano
Francesco Conversano

FRANCESCO CONVERSANO è autore e regista. Con Nene Grignaffini dal 1980, con la società di produzione MOVIE MOVIE, ha ideato, diretto e prodotto decine di film-documentari.
Il lavoro di Conversano è caratterizzato da un’attenta ricerca che lo ha portato nel corso degli anni a sperimentare linguaggi e forme narrative diverse e a scegliere il documentario come strumento per raccontare storie del nostro tempo e i cambiamenti epocali che il mondo sta vivendo.
Grazie al personale linguaggio filmico presente nei suoi lavori, Conversano ha ottenuto numerosi premi tra cui, nel 2006, il David di Donatello con “Il bravo gatto prende i topi” per il miglior documentario di lungometraggio italiano.

Componenti Giuria