Sudestival 2019

23 Marzo
Camorra

di Francesco Patierno, Italia, 2018, 70’

 

 

Produzione: Todos Contentos y yo Tambien Napoli

Suggestivo ritratto storico e socio‐antropologico del capoluogo campano e della criminalità organizzata che lo affligge. Frutto di mesi di ricerca tra i tesori degli archivi di Rai Teche, i sorprendenti filmati d’epoca, molti dei quali inediti, trovano un legame viscerale nella musica e nelle canzoni originali scritte da Meg. Il film scava nell’anima di una città imperscrutabile. Nei filmati delle Teche Rai e nelle fotografie dell’Archivio Riccardo Carbone c’è il racconto, che va dagli anni Sessanta agli anni Novanta, dello svilupparsi del fenomeno camorristico: dal rapporto di subordinazione alla mafia, che gestiva in Campania il contrabbando di sigarette negli anni del dopoguerra attraverso famiglie locali, fino all’avvento di Cutolo che riesce a unificare il proprio potere estorsivo in una sola grande organizzazione militare ed economica fornendo ai suoi membri un’ideologia identitaria di riscatto sociale e territoriale. “Camorra” costruisce una narrazione che va ben oltre il sangue e la violenza cui siamo sempre più anestetizzati; l’obiettivo che più di tutti si prefigge il film è quello di una ricerca di senso che renda leggibile la camorra. Perché, forse, solo attraverso una profonda comprensione è possibile sperare in un cambiamento.

Sabato 23 marzo, Sala Eventi della Biblioteca “Rendella”, ore 18:00

FESTIVAL

2018 – 75^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

2018 – Festival IDFA

IL REGISTA – Francesco Patierno

Il suo primo lungometraggio Pater familias, in concorso al festival di Berlino 2003 è stato candidato a tre Nastri d’argento, un David di Donatello, ha vinto 12 premi per il miglior esordio ed è stato selezionato in più di cento festival internazionali. Nel febbraio 2008 è uscito nelle sale Il mattino ha l’oro in bocca, candidato al David di Donatello per il miglior attore non protagonista. Nello stesso anno ha diretto 4 episodi di una nuova serie: Donne assassine, in onda su FoxCrime, premiato per la migliore regia e migliore attrice al Roma Fiction Festival. Del 2011 Cose dell’altro mondo, presentato al Festival di Venezia nella sezione Controcampo ed in concorso al Festival di Tokyo. Nel 2012, La guerra dei vulcani, documentario presentato ai festival di Venezia, Toronto, Londra, New York e venduto in più di trenta paesi in tutto il mondo. Del 2014 il lungometraggio La gente che sta bene e del 2017 Naples ‘44 in concorso al Festival del Cinema di Roma e vincitore del Nastro D’Argento come miglior film‐documentario, oltre che candidato al David di Donatello per la migliore sceneggiatura. Sempre del 2017 il documentario Diva!, nella selezione ufficiale del Festival del Cinema di Venezia e anch’esso vincitore del Nastro D’Argento.